• 22 Luglio 2024
Editoriale

Quando uno dei poli della Terra ha la sua massima inclinazione verso il sole ed esattamente il 21 giugno si ha il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno, con il massimo di ore di luce del giorno: al circolo polare artico in questo giorno il sole non tramonta mai. Dal 21 giugno in poi le giornate inizieranno gradualmente ad accorciarsi fino a tornare al solstizio d’inverno il 21 dicembre. Giugno porta aria di libertà, le scuole chiudono, gli esami impegnano i ragazzi che subito dopo aver terminato  i loro compiti da studenti salutano banchi e libri e si gettano a capofitto in quella che si può definire a tutti gli effetti “Modalità Vacanza”.

Ma questa voglia di evadere non appartiene solo agli studenti bensì a tutti! Scatta una molla nella testa, un bisogno fisico di lasciare la propria casa e recarsi in posti nuovi alla ricerca di una libertà che garantisce ad ognuno la possibilità di esplorare, di scoprire, di esaltare luoghi sconosciuti e a volte visti solo attraverso i libri o nei documentari. Si prenota ormai solitamente per la vacanza molti mesi prima della partenza, questo per avere prezzi più bassi e molta più scelta di voli e hotel. Le destinazioni sono diverse, ci sono coloro che non amano spostarsi dall’Italia, chi ha paura di salire su un aereo e chi proprio non riesce a mettere piede su una nave ed è per questo che il più delle volte si recano nella solita cittadina di mare e alla solita spiaggia preferendo  ritrovare i loro amici di vacanza.

Poi ci sono gli “itineranti” e cioè coloro i quali ogni anno tracciano un percorso sulla cartina toccando più luoghi e spostandosi con camper super accessoriati, praticamente case mobili. Altra tipologia di vacanziere è il “crocierista” che un anno prima sceglie la destinazione e prenota ogni anno la bellissima crociera che lo porterà ad ammirare il mondo con la possibilità di scoprire ogni giorno ad ogni attracco una nuova terra, una diversa cultura. Le crociere sono effettivamente una scelta completa per una vacanza all’insegna della totalità, dei binomi fra relax e avventura, fra coccole e scoperta, fra arte e cultura.  

Ancora una diversa tipologia di turista è il “Fai da te” quello che si inchioda al computer e minimo sei mesi prima a meta scelta prenota volo, hotel, transfert, ristoranti, escursioni e parte all’avventura. E c’è chi invece sogna in grande e con mille sacrifici prenota la vacanza tanto desiderata pagandola a rate, perché ad oggi con i tempi che corrono non è semplice permettersi la vacanza e le agenzie di viaggi offrono pacchetti meravigliosi da pagare comodamente in piccole rate. Insomma, la vacanza appartiene all’uomo.

Senza differenze fra ricchi e poveri, in un modo o nell’altro partono tutti. Caraibi, Egitto, Maldive, New York, Tokio, Africa, Nord Europa, il mondo accorcia ogni distanza desiderata dal turista fantasioso e con la passione per i viaggi. Viaggiare in effetti fa bene allo spirito ma non solo, arricchisce la conoscenza, apre le menti, distrugge le ignoranze e lascia ai popoli il modo per confrontarsi. Ogni luogo possiede rare bellezze, ogni paesaggio scenari unici, ogni terra ricchezze inestimabili che solo attraverso il turismo possono essere svelate al mondo intero. Un mercato sempre più florido e in crescita dal post covid è caratterizzato dall’  “Outdoor and adventure Travel” e cioè ai Viaggi all’aria aperta, a contatto con la natura, caratterizzati spesso da safari nel cuore africano  a pochi metri da feroci felini, da maestosi elefanti ed eleganti giraffe. Ma i viaggi all’aria aperta sono anche quelli che portano lungo sentieri di montagna respirando a pieni polmoni l’aria dei boschi fino a raggiungere vette fantastiche, ai percorsi d’avventura caratterizzati da sport da montagna come escursionismo, equitazione, corsa, ciclismo, yoga, scalate a parete, canottaggio. Tutte le attività green che hanno a che fare con un comune denominatore; il rispetto per la Natura.

Il Sannio offre tante attrazioni turistiche, il parco regionale Taburno Camposauro oltre a tante aree attrezzate per picnic e campeggio in tenda offre molti sport da praticare come il parapendio, mountainbike, ciaspolata e arrampicata. Così come nel parco del Matese i turisti troveranno una vasta gamma di scelte per ogni gusto e passione, dal sito paleontologico di Pietraroja alle grotte del Lete, la Cipresseta di Fontegreca, il monte Miletto e la Gallinora, e innumerevoli borghi e castelli che sapranno catturare l’attenzione del più esigente fra i turisti.

L’uomo ha l’esigenza di scoprire e di scoprirsi dinanzi ad ogni posto sconosciuto, siamo tutti esploratori e siamo tutti alla ricerca di qualcosa che è in ognuno di noi ma che non ancora abbiamo trovato. Rapportarsi al mondo, sentirsi esseri di questo pianeta chiamato Terra porta a commutare reciprocamente la voglia di sapere all’esigenza di carpire. Uno scambio fra uomo e natura che fa parte dell’essere umano.  

Dunque, si spolverino le valigie, si riempiano di pochi vestiti ma di tante aspettative, si parta con la voglia di scoprire ma soprattutto senza criticare ogni momento le cose che non dovessero essere come le si vorrebbero. Ricordarsi sempre che fuori dalla propria casa vige la regola dell’arte di arrangiarsi. Godetevi ogni piccola breve o lunghissima vacanza in modo spensierato e privo di pregiudizi, soffermatevi sui luoghi, sui profumi, sull’arte, sulle tradizioni, sulle diverse abitudini. Quando ritornerete alle vostre case vi svestirete dagli abiti da turista e rimetterete le vostre abituali vesti, tornando al mondo che vi appartiene, ma fino ad allora se veramente volete godervi le vacanze, fermatevi ad assaporare i dettagli di un mondo che è talmente grande e meraviglioso che non può essere inesplorato.

Autore

Carmela Picone nasce nel 1969 a Solopaca , in provincia di Benevento. Dopo aver conseguito il Diploma di Maturità Classica, leggendo Pirandello scopre la passione per il teatro. Partecipa e vince un concorso letterario con La Libroitaliano Editore e vede le sue poesie pubblicate in un’antologia. Scrive il romanzo “Gocce d’Amore” che ottiene immediato successo tanto da interessare un regista romano che chiede all’autrice di scrivere una sceneggiatura tratta dal proprio libro per la progettazione di un film. Nel 2021 scrive “La poesia delle parole semplici” una silloge pubblicata dalla Atile Editore. Le passioni restano la scrittura, i viaggi ,la recitazione e la pittura . Ama molto viaggiare, scoprire nuove culture, ammirare nuovi paesaggi e far tesoro delle emozioni che ne scaturiscono dopo ogni luogo ammirato. La sua ambizione più grande resta quella di promuovere il territorio nel quale è nata, e dove oggi s’impegna nel sociale per tenere vive le tradizioni e per portare alla conoscenza di tutti la meraviglia e i tesori della sua terra. piccola perla del Sannio.