• 13 Aprile 2024
Itinerari

Malta è una piccola Repubblica insulare al centro del Mar Mediterraneo ed è il più piccolo stato membro dell’Unione Europea. Malta, peraltro, è compresa nella regione geografica italiana. Questo piccolo stato è una repubblica Parlamentare ed è modellato sulla base del sistema di Westminster in quanto ne fa parte. Il paese ha due lingue ufficiali, il maltese e l’inglese, ma è facile comunicare anche con l’italiano in quanto la maggioranza dei maltesi comprendono e la parlano la lingua di Dante, nonché il siciliano in quanto vivono molti di loro sull’isola.

Visitare questo meraviglioso stato immerso nel Mediterraneo ci può stupire anche per la sua pulizia, ordine e sistema funzionale nei trasporti, basati solo su autobus.

Malta, nonostante sia un piccolo stato formato dal tre isole con un totale di poco più di 300 kmq, ha tre siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO assolutamente da visitare e altre città e siti altrettanto meritevoli da vedere. Il primo sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO è l’Ipogeo di Hal-Saflieni, struttura sotterranea risalente tra i 4.000 a.C. e i 2.500 a.C. nella città di Paola sull’isola di Malta. Ritenuto essere un santuario prima e necropoli dopo, in tempi preistorici ed esso è l’unico tempio preistorico sotterraneo al mondo ed è sottoposto in diversi livelli sotterranei. Il secondo sito è la capitale La Valletta, cittadina poco meno di 6.000 abitanti. La città è stata fondata nel 1566 dai Cavalieri Ospitalieri ed è ricca di Chiese e palazzi storici. Di spettacolare interesse sono la Cattedrale di San Giovanni e la Chiesa di Nostra Signora del Carmelo, il Palazzo del Grande Maestro e il Forte di Sant’Elmo. Il terzo sito da visitare sono I Templi Megalitici di Malta, il più conosciuto nonché il primo a diventare Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO è il complesso di Gigantia situato sull’isola di Gozo ed è risalente tra il 3.600 a.C. al 3.000 a.C. Oltre a Gigantia ci sono altri sei siti sparsi sull’isola di Gozo e l’Isola di Malta.

Oltre i tre siti appena citati, Malta ha altri luoghi fantastici da visitare, come la vecchia cittadina di Mdina, nonché antica capitale dell’isola. Questa cittadina sembra un vero gioiello storico all’aperto nonché è davvero un piacere  passeggiare da un angolo all’altro.

Per chi ama trascorrere dei giorni di mare merita sia la fantastica laguna blu tra le isole di Comino e Cominotto, tra le isole principali di Malta e Gozo. Proprio sull’isola di Gozo famosa è la baia di Ramla, conosciuta come la sabbia rossa.

Malta è un paese ospitale, pulito e particolarmente ordinato sia nelle proprie infrastrutture che nell’organizzazione dei trasporti. Senza dubbio anche Malta ha i suoi problemi interni, primi tra tutti la corruzione politica che ha coinvolto addirittura l’ex premier laburista Joseph Muscat e la caduta del suo governo dopo l’attentato alla giornalista e blogger Daphne Anne Vella. Nell’ultimo rapporto pubblicato da Transparency International ha fatto registrare alla Repubblica di Malta il peggior punteggio di sempre sulla corruzione, dove la colloca al 54esimo posto su 180 paesi del mondo, addirittura peggio del nostro Bel Paese collocato al 41esimo posto.

Si deve aggiungere, invece, che sui diritti umani e su quelli della comunità Lgbtq è tra le più avanzate tra i paesi del Mediterraneo insieme alla Spagna. Essa è anche tra le poche nazioni al mondo ad aver tutelato i diritti Lgbtq a livello costituzionale.

Autore

Campano, laureato in scienze politiche e relazioni internazionali, specializzato in scienze della politica in studi parlamentari alla Sapienza di Roma . Collaborato con radiosapienza, web tv e giornali web. Appassionato di lettura e scrittura dove ho pubblicato un libro di giallo. Presidente del Comitato Sviluppo e Territorio.