• 13 Aprile 2024
Politica

Qual è il rapporto tra Destra politica e ambiente? Se lo è chiesto il filosofo Vittorio Mathieu, impressionato dal silenzio di quella parte politica in occasione della Giornata Mondiale dedicata all’Ambiente. “Nel dibattito culturale e soprattutto politico di queste tematiche, la Destra è silente –   scrive Mathieu – silenzio incredibile se pensiamo che l’idea ambientalista è naturalmente collegata a tale area politica. Facciamo solo qualche nome per intenderci: Oswald Spengler e F.Georg Junger (fratello di Ernst). Difendere la Terra, il suo ambiente e le sue risorse da quella economia dell’accumulazione globale, mercatista e mondialista, era ed è una prerogativa della battaglia politica della Destra, in virtù della sua visione del mondo”.

Il punto sta proprio qui, nella “Visione del mondo”, in quella fondamentale essenza di cui si nutre la politica nella sua dimensione filosofica, ideale; in quell’insieme di “idee forza” e complesso di valori su cui poggia l’architrave della cultura. Da qualche tempo, si è creata una certa discrasia tra la Destra, nelle sue attuali forme di rappresentanza politica, e quella che continua a pulsare diffusamente nella coscienza e nella sensibilità di uomini e donne che, a quella visione e a quella cultura, rimangono ancorati. Da un lato, abbiamo una Destra parlamentare che pensa di esaurire ogni domanda che il tempo  (im)pone, con le sue variabili e i suoi imprevisti, nella misura di una risposta semplice rispetto alla complessità in cui ci è dato vivere; dall’altro, un Pensiero che non può inaridirsi e perdersi nella banalizzazione e neppure essere ingabbiato in un pragmatismo esasperato, finalizzato unicamente al consenso elettorale. Quel consenso, in una società dalle opinioni mutevoli e influenzata dai social, poggia su un terreno sabbioso, instabile, scivoloso. Oggi c’è, domani chissà.

Non si tratta di fare gli uccelli di mal augurio. Né di lasciarsi trasportare in una discussione sui massimi sistemi. Si tratta, unicamente, di rin-tracciare le coordinate della cultura di fondo in cui incanalare un progetto di cambiamento solido e coerente. L’Ambiente è uno degli argomenti chiave. Se si va a scavare nella storia della nostra cultura nazionale e popolare, di quelle tracce ne troveremmo molte e di straordinaria attualità.

Autore

Giornalista e scrittore, ha ricoperto importanti incarichi pubblici. E’ stato sindaco di Colleferro per tre mandati e presidente della Provincia di Roma. Parlamentare del centrodestra per due legislature, è stato Sottosegretario alle Infrastrutture durante il governo Berlusconi e presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati. Nella lunga esperienza di amministratore ha ricoperto il ruolo di vicepresidente dell’Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) e dell’Upi (Unione Province italiane). Ha fatto parte del Cda del Formez. E’ membro del Consiglio direttivo dell’Eurispes. Autore di numerosi saggi e collaboratore di varie riviste, durante la carriera giornalistica è stato, tra l’altro, condirettore del Secolo d’Italia e di Linea. Nel 2020 ha fondato e diretto il mensile “Il Monocolo”.