• 26 Maggio 2024
Itinerari

Il Laos è uno stato pressoché poco conosciuto che spesso viene confuso come paese africano e invece si trova collocato tra la Cina, la Thailandia, la Cambogia, il Vietnam e il Myanmar. Questo paese è una Repubblica Socialista Monopartitica governata dal solo e unico Partito Rivoluzionario del Popolo Lao. Indipendente dal 1949 da un ennesimo paese europeo, ossia la Francia.

Subito dopo aver ottenuto l’indipendenza, il Paese dovette fronteggiare una lunga guerra civile, conosciuta anche come ‘La Guerra Segreta’. La situazione economica del Paese ebbe un profondo collasso e le condizioni di vita della popolazione divennero drammatiche. In questa Guerra vide l’intervento non ufficiale degli Stati Uniti, in quanto, la crisi laotiana si intrecciò con quella vietnamita e sfociò nel coinvolgimento del paese nella guerra in Vietnam. La Guerra Segreta è considerata anche una delle parti più importanti e complesse del conflitto vietnamita, che vide Stati Uniti e Vietnam del Nord contendersi la supremazia militare e politica in Laos. Nel conflitto si crearono due schieramenti, uno composto da: Regno del Laos, Stati Uniti, Thailandia e Vietnam del Sud; e l’altro: Pathet Lao e Vietnam del Nord, supportati dalla Cina e URSS. Con l’appoggio di Unione Sovietica e del Vietnam del Nord, i comunisti fecero abdicare il re nel 1975. Lo stesso giorno venne proclamata la Repubblica Popolare Democratica del Laos, venne abrogata la Costituzione del 1947 e il paese fu amministrato dal partito unico comunista.

Dopo molti anni di crisi politica ed economica, nel 1992, il paese ha deciso di aprirsi al turismo ma questo non ha rallentato l’inflazione contribuendo ad un ulteriore crollo della moneta locale. Solo dal 2017 il Laos è tra i paesi con l’economia a più rapida crescita al mondo, con tassi di crescita del prodotto interno lordo in media molto alto rispetto ai paesi dell’intera area del Sud Est Asiatico. Nonostante la crescita economica il Laos è rimasto uno dei paesi più poveri al mondo con infrastrutture inadeguate. La crescita si è bloccata con la crisi finanziaria del Paese nel 2022, causata dalla

e dal debito estero, principalmente con la Cina portando il paese sull’orlo del .

Il Laos è famoso per essere uno dei tre paesi, insieme al Myanmar e alla Thailandia, a formare il Triangolo d’oro. Questa zona è la seconda area asiatica per importanza e dimensione della produzione dell’oppio dopo la zona della Mezzaluna d’Oro. Quest’area, negli ultimi anni, è diventata un’importante meta turistica che offre delle meraviglie naturali mozzafiato. Dalla parte della Thailandia si può mettere piede nel versante del Laos senza problemi, attraversando il fiume Mekong. Basta solo un fiume per capire la differenza tra la Thailandia e il Laos, quest’ultimo la tremenda povertà dei propri abitanti nei loro villaggi ma nello stesso tempo la gioia dei bambini nel vedere persone nuove. Di sicuro gli abitanti del Laos non sono noti come i Thailandesi per il loro sorriso ma si dimostrano comunque cordiali e ospitali. Purtroppo la loro cordialità

si scontra con il loro offendersi se non provi il loro famoso whisky laotiano dove vedi scorpioni, cobra e anche armadilli immersi nel liquore.

Può sicuramente dar fastidio se si ha un animo animalista vedere questa scena ma per loro è una tradizione e cultura che non si può rifiutare nell’assaggiarlo. Per loro, bevendo un bicchiere di questo whisky, lo spirito dell’animale inserito nel liquore entra nel bevitore e ne diventa parte integrante dandogli forza e resistenza.

Autore

Campano, laureato in scienze politiche e relazioni internazionali, specializzato in scienze della politica in studi parlamentari alla Sapienza di Roma . Collaborato con radiosapienza, web tv e giornali web. Appassionato di lettura e scrittura dove ho pubblicato un libro di giallo. Presidente del Comitato Sviluppo e Territorio.