• 3 Dicembre 2023
Itinerari 899

Napoli, situata ai piedi del borbottante Vesuvio fa salire la paura che riporta alla città di fuoco, alla pioggia di cenere che in quel 79 d.C.copri’ corpi ed emozioni, case e sogni, vittorie e sconfitte.

E dopo ogni registrazione degli sciami sismici che scuotono la paura di ogni abitante  in questi giorni, Napoli si riaccende di colori, di quel ritmo coinvolgente che lenisce le preoccupazioni mimetizzando la tristezza in una velata ed apparente serenità.

Goethe  nel suo straordinario Viaggio in Italia, scrisse: «Della posizione della città e delle sue meraviglie tanto spesso descritte e decantate, non farò motto. “Vedi Napoli e poi muori!” dicono qui». 

Goethe lasciò il cuore nella città del Vesuvio, del Golfo, delle sue isole. Non si può morire senza aver visto la città partenopea!

Napoli è l’anima del Sud,  respiro della gente che ci vive. Napoli è il profumo del cuore ed il sole che riesce ad illuminarti il viso anche se fuori piove.

Napoli è il silenzio trionfante nel chiasso dei colori, è l’armonia che solo davanti al suo panorama riesci a trovare.

Napoli è la stella più luminosa che si riflette dal mare verso il cielo, è lo specchio degli occhi più limpidi, è il capolavoro che non ha cornici preziose perché il proprio dipinto è già più prezioso di qualunque ricchezza.

Napoli è la voce della gente che anche se nulla possiede, sa donarti la più grande ricchezza, ricavata dalla sua immensa povertà perché sa inventarti la luna e farla diventare perla, solo per donarti un  sorriso.

Napoli sei tu,Napoli sono io, siamo tutti noi, in ogni istante che ci offriamo, per regalarci una parte di noi gratuitamente. 

Napoli è questo, e molto di più; resta ai piedi del Gigante del Golfo come dimostrazione che anche dinanzi alla paura ci si può inventare la pozione magica per non arrendersi mai alla vita, siamo piccoli in questo immenso, ma abbiamo un cuore grande che si spinge oltre l’infinito che ci dà coraggio.

Autore

Carmela Picone nasce nel 1969 a Solopaca , in provincia di Benevento. Dopo aver conseguito il Diploma di Maturità Classica, leggendo Pirandello scopre la passione per il teatro. Partecipa e vince un concorso letterario con La Libroitaliano Editore e vede le sue poesie pubblicate in un’antologia. Scrive il romanzo “Gocce d’Amore” che ottiene immediato successo tanto da interessare un regista romano che chiede all’autrice di scrivere una sceneggiatura tratta dal proprio libro per la progettazione di un film. Nel 2021 scrive “La poesia delle parole semplici” una silloge pubblicata dalla Atile Editore. Le passioni restano la scrittura, i viaggi ,la recitazione e la pittura . Ama molto viaggiare, scoprire nuove culture, ammirare nuovi paesaggi e far tesoro delle emozioni che ne scaturiscono dopo ogni luogo ammirato. La sua ambizione più grande resta quella di promuovere il territorio nel quale è nata, e dove oggi s’impegna nel sociale per tenere vive le tradizioni e per portare alla conoscenza di tutti la meraviglia e i tesori della sua terra. piccola perla del Sannio.