• 26 Maggio 2024
La mente, il corpo

Il sesso a tre è un’idea eccitante per parecchie persone. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sexual Archives Researchers, ben l’82% degli uomini è interessato al sesso a tre, contro il 31% delle donne.  A rinforzare la teoria, lo studio del sociologo Ryan Scoats, pubblicato su “Daily Mail”, spiega come gli uomini scelgano degli amici per condividere un’esperienza così intima. Le donne, invece, preferiscono che la terza persona sia di sesso femminile.

Un recente studio canadese ha analizzato un particolare risvolto psicologico maschile del sesso a tre. Questa fantasia erotica negli uomini deriverebbe dalla loro naturale predisposizione alla dominazione e all’esibizionismo e ciò spiegherebbe perché sia una pratica più frequente per i maschi rispetto alle femmine.

Le motivazioni per cui venga fuori una tale richiesta possono essere diverse. Generalmente gli uomini hanno curiosità di sperimentare qualcosa di nuovo e di scoprire cose eccitanti da potere fare insieme alla propria compagna, specialmente nei primi mesi della relazione, dove il sesso a tre potrebbe assumere il valore di strumento per conoscere l’altro.

In generale, anche nelle relazioni di lunga data, il sesso a tre è una proposta che può rinfrescare le abitudini routinarie. Questo non dovrebbe mai implicare sensazioni negative, come pensare che l’idea del sesso a tre derivi dal non essere abbastanza attraenti o dall’essere noiosi a letto: la terza persona sarebbe comunque solo un oggetto sessuale con cui la coppia gioca per divertirsi insieme.

La maggior parte delle donne sceglie il triangolo di sesso per accontentare la richiesta del suo partner. Questo può rientrare in un comportamento sano, ma può anche trasformarsi in un tentativo poco “fisiologico” di non perdere l’altro, magari dettato da un ricatto psicologico. Se la coppia è incagliata in sentimenti ossessivi di possesso, gelosia, invidia, imbarazzo o vergogna e non è animata da una passione giocosa, l’esperienza potrebbe assumere un connotato negativo.

Come approcciare una richiesta del genere? Innanzitutto, bisogna essere convinti e disinibiti e bisogna aver voglia di mettersi in gioco. Il consenso e il massimo rispetto sono imprescindibili. Vanno stabilite delle regole pratiche che non andranno assolutamente infrante, per evitare disagi e incomprensioni. Ricordando che siamo comunque sempre liberi di dire di “No”.

Conoscere il terzo elemento ed entrare in confidenza con lui/lei prima del rapporto è sempre una buona idea, ma allo stesso tempo va evitato un coinvolgimento sentimentale così come ogni forma di romanticismo.Che queste tendenze siano in aumento, lo dimostra un qualsiasi sito di annunci per scambi di coppia o nuove conoscenze finalizzate a rapporti per adulti. Facilmente ci si rende conto di quanto siano numerose le coppie sposate o fidanzate che decidono di fare la nuova esperienza e di quante coppie desiderino farlo proprio attraverso il coinvolgimento di un’altra donna. Sicuramente si tratta di un fenomeno in forte ascesa.

Il sesso a tre nasce dalla volontà di sperimentare un nuovo gioco nel quale uomo e donna sono complici perché il desiderio e il godimento sessuale sono intensificati dalla libertà di sperimentare fantasie inconsce di origine infantile.
Ciò comporta l’introduzione di elementi di dominanza sadica, di sottomissione masochistica, atteggiamenti esibizionistici , eterosessuali e omosessuali all’interno della relazione sessuale. I due amanti possono trattarsi l’un l’altro come oggetti sessuali nel gioco erotico delimitato da una relazione emotiva e affettiva che trascende tale gioco.
Questa caratteristica rende il gioco sessuale un’arte erotica in contrapposizione alla natura artificiale e meccanica della pornografia. La libertà sessuale si contrappone al comportamento sessuale socialmente autorizzato che è solitamente contro le componenti aggressive e di perversione fisiologica presente nelle normali relazioni d’amore.
Nella relazione d’amore elementi di perversione leggera hanno un’importante funzione di metabolizzazione e di sbocco di aspetti aggressivi naturalmente presenti nelle relazioni intime e durature. A seconda del senso e del suo svolgimento pratico, l’esperienza può rivestire un carattere positivo o negativo.
È positiva se il legame, l’intimità, la passione amorosa e il complessivo rapporto di coppia viene stabilizzato, rinnovato e reinventato. Ma questo esito presuppone una maturità non indifferente della coppia che deve essere capace di mettersi in gioco, superando remore morali e sentimenti penosi quali la vergogna, la gelosia, l’invidia. Significa concordare insieme anche il terzo da coinvolgere, cercarlo, trovarlo e mettere in conto che quello che potrà verificarsi potrebbe essere diverso da quello che ci si aspettava.


L’amore a tre può essere un afrodisiaco per la coppia disinibita e un po’ annoiata dalle solite modalità sessuali, tempi e luoghi dell’amore ortodosso e casalingo, ma si rischiano tutta una serie di possibili complicazioni emozionali e relazionali.
Nella maggioranza dei casi la capacità di una reale profondità e intimità della relazione diminuisce perché la scena dello scambio è impersonale e l’attenzione è rivolta soltanto alla preparazione e alla conduzione dell’attività sessuale.
La presenza di un terzo elemento all’interno di una sessualità stabile  può in un primo momento fungere da antidoto alla noia coniugale, da portatore di emozioni nuove, ma alla lunga la possibile presenza di paragoni erotici, di gelosie distruttive, di possibili incidenti sessuali, rappresentano un sabotaggio al legame e possono distruggere la coppia.
Quando il godimento fisico viene scisso dai sentimenti amorosi, alla lunga non si può rimanere intimi con qualcun altro senza complicazioni notevoli. Prima di avventurarsi in un triangolo di sesso bisogna fissare le regole del gioco. Dopo un’accurata conoscenza e un dialogo proiettato a verificare gli interessi dei partner (e fino a dove intendono spingersi), bisogna stabilire le regole e i limiti attraverso cui oltre non bisogna spingersi. Chiarire prima eventuali limitazioni aiuterà ad avere un rapporto sessuale a tre molto più soddisfacente ed ad evitare fraintendimenti che potrebbero rovinare l’armonia tra le parti. Prima e dopo un rapporto di sesso a tre, è sempre consigliato coltivare le amicizie. In questo modo si riuscirà realmente a realizzare le proprie fantasie e a giocare con l’erotismo in maniera più libera e disinibita, senza tabù.

Autore

Giurista e pubblicista. Ha lavorato presso casa editrice e collaborato in 4 testate giornalistiche sia nel Casertano che nel Beneventano; precedentemente titolare di un blog.