• 26 Maggio 2024
Itinerari

Il Qatar è un Paese Arabo del Medio Oriente che si affaccia sul golfo Persico e confina con l’Arabia Saudita. Il Paese è una Monarchia costituzionale in de iure ma in de facto è una Monarchia assoluta. Esso rappresenta uno degli Stati più ricchi del mondo nonostante le sue modeste dimensioni e la fonte della sua ricchezza è il petrolio. Per migliaia di anni è stato di dominio persiano e negli anni più recenti prima di dominio del Bahrein, poi dall’impero Ottomano ed infine dai britannici dove ha ottenuto l’indipendenza nel 1971.

Il Qatar, nonostante la sua forte fede islamica di tipo wahhabita come l’Arabia Saudita stessa, non si è unita ad essa divenendo uno stato indipendente. Nel 2017 il paese ha avuto una forte crisi diplomatica con gran parte dei suoi vicini, dall’Arabia Saudita al Bahrein, dall’Egitto agli Emirati Arabi Uniti accusandolo di aver sostenuto e finanziato i gruppi estremisti di Hamas ed Hezbollah e di mantenere buoni rapporti con l’Iran, questa crisi ha portato nei suoi confronti un embargo politico, economico e logistico al Qatar. La crisi è poi rientrata nel 2021.

Il Paese è arido e roccioso con moltissimi giacimenti di petrolio e gas naturale ed il suo clima è praticamente desertico. Il territorio è scarso di acqua e non è adatto al sostentamento alimentare in quanto dipende maggiormente dall’importazione. Il Qatar, nonostante così ricco e sembra così moderno non è affatto come si vede, in quanto è una Monarchia di fatto assoluta dove i poteri sono tutti concentrati nelle mani dell’Emiro che svolge sia le funzioni di capo di Stato che di Governo e non sono ammessi partiti politici. La legge della Sharia è la principale fonte legislativa della costituzione del Paese e rappresenta anche la maggior preoccupazione delle organizzazioni non governative per la tutela dei diritti umani. Nel Paese non sono tutelati i diritti LGBTQ e nemmeno sul lavoro in quanto spesso i lavoratori sono tenuti in modalità di schiavitù e sottopagati. La città principale del Qatar è Doha che ne è anche la capitale dove vive poco più della metà della popolazione del Paese. In soli dieci anni la capitale ha visto un cambiamento impressionante nelle infrastrutture e nell’intero volto della città dovuto anche ad innumerevoli investimenti per il mondiale di calcio del 2022. La città è molto pulita e ordinata, prati nei parchetti estremamente ben tenuta. Quello che fa realmente impressione è vedere come per strada non si intravede nemmeno un cicca di sigarette in quanto vietato gettarla a terra.

A Doha si può visitare sia il Museo Arabo di Arte Moderna chiamato il Mathaf che raccoglie una collezione unica al mondo di arte moderna e contemporaneadel mondo arabo e sia il museo d’arte Islamica che è dedicato alla connessione storico-culturale del mondo islamico. A Doha vi è anche la sede del famoso canale televisivo Al Jazeera. Un’altra imperdibile attrazione della città di Doha è il Suq Waqif che è un mercato dove si trovano abiti tradizionali e non del mondo arabo, spezie, artigianato e souvenir.

Autore

Campano, laureato in scienze politiche e relazioni internazionali, specializzato in scienze della politica in studi parlamentari alla Sapienza di Roma . Collaborato con radiosapienza, web tv e giornali web. Appassionato di lettura e scrittura dove ho pubblicato un libro di giallo. Presidente del Comitato Sviluppo e Territorio.